Serino

I primi insediamenti risalgono al VI-V sec. Ac, per opera di popolazioni Sannite. Nel Medio Evo, inserito nel Principato Ultra, prese il nome da un Gastaldo longobardo che denominò la zona �Castrum Serini�, divenendo poi feudo delle famiglie Marra e Caracciolo. I resti di questo antico insediamento sono visibili in località Civita. Il paese è immerso in una valle ricca di boschi e sorgenti che offrono l'acqua a tanti centri e città dell'area salernitana e napoletana. Nei pressi del fiume Sabato infatti vi è la captazione di acqua dell'Acquedotto del Serino ed in pianura sono le Sorgenti, dalle quali l'Acquedotto Romano portava acqua a Neapolis, Puteoli, Nola, Cumae, fino a Roma, dove alimentava la �Piscina Mirabile� serbatoio della Flotta Imperiale. Sono degni di nota il Castello di Orano, risalente al �600 e la Chiesa di S.Lorenzo, con opere del Guarini e del Solimena. Altri dipinti del Guarini sono visibili alla Chiesa del SS Corpo del Gesù ed alla SS Annunziata. I dintorni offrono scorci ti rara bellezza sia verso il monte Terminio che verso l'Altopiano di Verteglia e le Ripe di Falconara. Il paese è ancora un centro agricolo di notevole importanza, sui pascoli del quale armenti allevati allo stato brado ci forniscono il latte ela carne per formaggi, salumi e bistecche biologiche di qualità straordinaria; i frutti del lussureggiante sottobosco arricchiscono i piatti delle numerose trattorie della zona.

Previsioni Meteo -->

 

Powered by StarNetwork S.r.l. - VAT ID 03079120659 - cookie policy